italdenim

Tutto quello che avreste voluto sapere sul denim.
E non solo.

A

AGED / INVECCHIATO

  • Un tipo di wet processing o lavaggio che, grazie ad una prolungata abrasione, da al capo un realistico aspetto vissuto ed una mano (vedi hand) più morbida.
  • ANTIQUE

  • Un aspetto ed un trattamento ottenuto con tecniche combinate di lavaggio e sabbiatura, per dare al capo un giusto aspetto invecchiato.
  • ACQUE REFLUE

  • Le acque reflue o di scarico sono tutte quelle acque la cui qualità è stata pregiudicata dall'azione dell’uomo, che sia di natura domestica, industriale o agricola, che le ha contaminate con diverse tipologie di sostanze organiche e inorganiche pericolose per la salute e per l'ambiente.
  • B

    BALL WARPING

  • l singoli fili di cotone, risultato della filatura, vengono raggruppati ed vvolti su di una spoletta di legno detta 'bali warp' e destinati alla tintura.
  • BELL BOTTOM

  • Ilcosiddetto pantalone a 'zampa d'elefante', fasciato sui fianchi, si allarga a campana a partire dal ginocchio. Divenuto popolare negli Anni '70quando ha contagiato e stravolto anche l'originale concetto di jeans, è recentemente ritornato in auge come articolo di tendenza.
  • BASICS

  • Sinonimo di Jeanswear. Tuttavia in una collezione si chiamano 'basics' quei capi essenzialmente storici e continuativi di un marchio, che continuano ad avere successo di vendita al di là delle variabili stagionali.
  • C

    CANVAS / TELA

  • Pesante tessuto di cotone dall'armatura ortogonale e dalla tramatura evidente, spesso 'finito' con spalmature e resinature a prova di intemperie.
  • CARBON FOOTPRINT

  • Indica la quantità di CO2 emessa attribuibile ad un prodotto, un’azienda o un evento e rappresenta la misura dell’impatto che tali emissioni hanno sul cambiamento climatico. È stato il primo indicatore introdotto, in particolare nei mercati americano e inglese e attualmente è quello più conosciuto ed utilizzato anche in Italia.
  • CERTIFICAZIONI AMBIENTALI

  • Sono lo strumento che permette di misurare in modo oggettivo - secondo parametri - l’effettivo impatto ambientale di un prodotto, un’azienda o un evento.
  • CHITOSANO

  • Polimero di origine organica e rinnovabile, ottenuto dalla lavorazione di scarti alimentari (crostacei).
  • CO2 EQUIVALENTE

  • È un'unità di misura che permette di pesare insieme emissioni di gas serra diversi con differenti effetti climalteranti. Ad esempio una tonnellata di metano che ha un potenziale climalterante 21 volte superiore rispetto alla CO2, viene contabilizzata come 21 tonnellate di CO2 equivalente.
  • COGENERAZIONE

  • E’ un processo industriale che permette la contestuale produzione di energia - solitamente elettrica - e di calore, utilizzabile poi per il riscaldamento o processi produttivi.
  • COTONE / COTTON

  • Una fibra tessile naturale,f rutto di una pianta: il Gossipium Erbaceum, il cui fiore produce una matassa lanuginosa che viene poi pulita, filatae cardata. Coltivato in America in quella che veniva chiamata la'Cintura del Cotone' e che comprendeva gli Stati del Mississipi, Texas, Tennessee, South Carolina Georgia, il cotone americano é considerato tra i più pregiati, ma non mancano produzioni egiziane, pakistane, turche e indiane.
  • D

    DETOX

  • Il protocollo, promosso da Greenpeace, che prevede la progressiva eliminazione - entro il 2020 - delle 11 sostanze ritenute più pericolose e pesantemente utilizzate dall’industria tessile.
  • DARK WASHING

  • Un tipo di lavaggio che lascia al denim il suo naturale colore indaco.
  • E

    ECO DENIM

  • Con l'aumento della consapevolezza ecologica e con le sfide ambientali alle quali è sottoposto il nostro pianeta, è nata la necessità di realizzare delle tinture meno inquinanti, riciclando per esempio le acque di scarico e riutilizzandole, dope averle filtrate.
  • EIGHTIES

  • Gli anni '80: che nel denim stanno a significare il trionfo dei jeans firmati, specchio di un consumismo indifferenziato ed in cerca di status symbols. Una categoria in estinzione anche se si stanno verificando dei ritorni, soprattutto con marchi destinati ai giovanissimi modaioli.
  • F

    FIT / VESTIBILITA'

  • Un buon fit è essenziale, soprattutto per il jeans ed è sempre il risultato di attente calibrature anatomiche che tengono conto delle diverse altezze di gamba, larghezze di bacino, caratteristiche antropomorfiche, diversità tra uomo e donna, il tutto adattato ai diversi tagli e alla variabile tessuto.
  • G

    GREENWASHING

  • Con il termine greenwashing si intende un tipo di comunicazione che mira a far apparire sostenibili un prodotto, una marca o un’azienda, malgrado non lo siano affatto o lo siano molto meno di quanto non si voglia far credere.
  • H

    HAND / MANO

  • É il tocco del tessuto al tatto, in rapporto al peso, alla sua costruzione e finissaggio.
  • YIPERWASHED

  • Un denim che è stato lavato molte volte e che offre un aspetto molto liso e vissuto.
  • I

    INCH

  • Unità di misura inglese pari a cm. 2,54, con la quale si marcano letagliee le lunghezze nei jeans.
  • INDIGO / INDACO

  • É un colore blu intenso e naturale che appartiene alla storia dell'umanità e proviene da una pianta: l'Indigofera originaria della China e dell'India. L'indaco è ormai sinonimo di denim, anche se la produzione industriale ormai da tempo, ha smesso di affidarsi alla produzione naturale per optare su tinture chimiche, che hanno anche il pregio di un più controllabile colorfastness e di una maggiore capacità produttiva. É senz'altro il colore più 'gettonato' nel mondo.
  • J

    JACOB DAVIS

  • Di professione sarto, inventore dei rivetti, brevettati assieme a Levi Strauss nel1873.
  • JEANS

  • Una parola nata per definire il classico pantalone realizzato in denim, caratterizza-to da cinque tasche e da cuciture a contrasto, con tanto di rivetti, bottoni e passan-ti. Un nome che I'English Oxford Dictionary fa risalire ad un popolare storpiamento della parola 'Genova' (vedi denim) e che oggi si è allargato a definire una vera gamma di articoli. Ma il primo jeans, dice la leggenda fu inventato da Levi Strauss, produttore di capi da lavoro e da un sarto, certo Jacob Davis, che per primi utilizzarono, brevettandoli, i rivetti per rinforzarne le cuciture.
  • L

    LABEL / ETICHETTA

  • Ma anche sinonimo di 'marchio'. Nel suo significato originale fa parte di quel packaging e di quegli accessori ormai divenuti indispensabili per definire l'identità di un prodotto.
  • LEFT HAND

  • La struttura diagonale di questo tipo denim (abitualmente da sinistra verso destra) va in questo caso da destra a sinistra . Un processo di costruzione del tessuto più difficile, anche nelle fasi di sanforizzazione e finissaggio, ma perciò più pregiato, perché rende la mano più morbida dopo i lavaggi.
  • LOOM / TELAIO

  • Quei macchinari che servono per tessere il tessuto. Nel jeans dell'ultima generazione, e cioè i vintage, si è rivelata fondamentale la riscoperta di quei telai propri del periodo pre-industriale: più lenti, più stretti ( solo 75cm contro i 150cm di quelli più moderni) ma decisamente migliori qualitativamente, proprio perchè con caratteristiche di produzione e manutenzione artigianali. Chi non ha potuto recuperarli (e la maggior parte sono finiti nelle tessiture giapponesi) ha cercato almeno di riprodurne gli effetti, utilizzando le ultime tecnologie, impostate su capacità e velocità, con risultati difficilmente distinguibili dagli originali.
  • M

    MERCERIZATION / MERCERIZING

  • Un finissaggio del cotone nel quale si usa la soda caustica per migliorare la luminosità e densità del colore e per facilitare i lavaggi e le abrasioni.
  • MILLWASH

  • Quel denim che viene offerto già "lavato"ai produttori di jeans.
  • N

    NARROW FIT

  • Termine che si riferisce alla vestibilità del pantalone jeans, la cui gamba è relativamente stretta e diritta.
  • NATURAL

  • Un tipo di denim ring-ring, le cui fibre -sia in trama che in ordito -risultano naturalmente irregolari.
  • O

    ONE WASH

  • Ovvero il denim lavato una volta sola con il vantaggio di essere più veritiero e meno inquinante.
  • ORGANIC BLUE

  • Un certo tipo di tintura indaco, tipico dei pezzi 'vintage' e originals. con sfumature rossastre, grazie ad uno speciale addittivo nella formula.
  • P

    PIGMENTI / PIGMENTS

  • Un tipo di colorante che rimane sulla superficie del tessuto e si slava con i lavaggi, con un naturale effetto gessoso.
  • PRE-SHRUNK

  • Agli albori del jeans, i pantaloni venivano venduti solo rigidi, scuri ed extralunghi. Tuttavia era meglio accorciarli solo dopo il primo lavaggio, perché, sorpresa!, mancavano infatti un bel po' di centimetri. Ora non più; i pantaloni sono sanforizzati e quindi pre-shrunk ed il cotone non gioca più spiacevoli scherzi.
  • Q

    QUALITY

  • Se ne parla tanto , ma solo pochi riescono ad offrirla. É comunque sempre il risultato di grande ricerca, serietà e tecnologia. Ormai é un 'must' per il consumatore.
  • R

    REGULAR FIT

  • Tipo di vestibilità 'classica' del pantalone jeans, dalla gamba confortevole e diritta e dal bacino largo e squadrato.
  • RING RING

  • Ordito e trama sono ambedue realizzati con filato ring. Ne deriva un'aspetto più mosso ed una mano più morbida.
  • RIVETS / RIVETTI

  • Sono quelle piccole borchie che rinforzano i punti nevralgici dei jeans. Furono introdotte da Jacob Davis, verso la fine dell'800 per evitare che le tasche dei cercatori d'oro, cariche di pepite, si rompessero sotto sforzo. Nel 1873 Davis e Levi Strauss brevettarono la loro idea.
  • S

    SALT & PEPPER / SALE E PEPE

  • Tipo di tessuto rustico, a trama larga, di gusto ' primitive', dall' aspetto sale e pepe, dovuto dal contrasto tra il colore indaco e il grezzo.
  • SELVAGE / CIMOSA

  • Quando il tessuto denim veniva realizzato su telai semi-artigianali alti solo 75 cm, la cimosa -per motivi di taglio e di scarto -finiva con l'apparire all'interno dei jeans, che per di più all'epoca si portavano anche con i risvolti. E questo la fece diventare la 'madre di tutti gli accessori', visto che i grandi marchi, per identificarsi, avevano ognuno una cimosa di colore differente. Oggi la cimosa è tornata in auge, e adesso tutti i 'nuovi' modelli originals la ripropongono.
  • SIZES / TAGLIE

  • Regolate in inches, si misurano in base alla larghezza del punto vita e alla lunghezza gamba.
  • STRETCH DENIM

  • Tessuto denim al quale è stato aggiunto un filo elastomero nella trama in proporzioni variabili, per dare la voluta elasticità e aderenza.
  • SVILUPPO SOSTENIBILE

  • E’ un modello di sviluppo - crescita - che permette alle attuali generazioni di soddisfare i propri bisogni sociali ed economici senza compromettere la capacità delle future generazioni di soddisfare i propri.
  • T

    TAPERED

  • Modellatura jeans che indica un restringimento nella larghezza gamba, all'altezza del ginocchio.
  • TEADYED

  • Un aspetto del tessuto denim, detto "tinto in the", scurito nel tono del blu ed oleoso al tatto.
  • U

    USED WASH

  • O semplicemente 'used'. Trattamento di tipo abrasivo e piazzato (sulle tasche, sul davanti della gamba, della patta e alle ginocchia), ottenuto con il sandblasting e combinato con lo stonewashing.
  • V

    VINTAGE

  • Aggettivo che letteralmente significa "una buona annata per il vino". Insomma una buona annata anche per quelle modellature jeans dal gusto autentico (vedi authen-tic) e originals. VINTAGE è anche un tipo di trattamento del denim, ottenuto con lo stonewashing o gli enzimi (vedi enzymes), che permette di dare al capo un aspetto invecchiato e usurato.
  • W

    WARP / ORDITO

  • Si riferisce a quei filati, disposti paralleli alla cimosa, (tinti in indaco nel caso del denim) che si intrecciano a quelli della trama ( o weft o filling), con diversi tipi di intersezione a seconda della struttura del tessuto: quelli del denim sono disposti in diagonale.
  • WATER FOOTPRINT

  • È la misurazione del volume di acqua utilizzata – consumata – per produrre un determinato prodotto. I consumi che vengono calcolati sono dati dalla somma di tre componenti: acqua blu (dei fiumi, laghi o falde, di facile accesso e trasporto), acqua verde (acqua piovana trattenuta dal terreno e dalle piante, destinata ad evaporare e non trasportabile) e acqua grigia (cioè la quantità di acqua necessaria per assimilare il carico inquinante della produzione).
  • WEIGHTS / PESI

  • Si misurano in once (vedi oz). Il denim più pesante e meno frequente può raggiungere le15 oz e 1/2 ,quello più tradizionale va invece dalle14 oz e 3/4 (adottato dopo l'avvento dello stonewashing, per bilanciarne l'effetto usurante) alle originali 13 oz e 3/4. l denim di peso medio partono dalle13 fino alle1 0once. Quelli leggeri: dalle9 alle7 once. Sotto le 7 once fino a 4 vengono definiti chambray.